Aggiornamenti e News

martedì 26 giugno 2012

MAMMA PORTAMI VIA ! Caso Puma

Lettera aperta del Sig. Roberto Puma, nonno della piccola Beatrice, la quale da oltre sei mesi - dopo essere stata tolta alla madre per presunte ragioni di conflittualitrà tra genitori - vive in una casa-famiglia.

LETTERA APERTA

E per conoscenza Al Ministro di Grazia e Giustizia Roma;
Al Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Roma;
Al Presidente del Tribunale di Perugia;
Al Presidente dell’Alta Corte d’Appello di Roma;
Agli organi di stampa nazionali ed internazionali loro sedi;

Gent.le Dott. Paolella,

sono venuto a conoscenza del Suo parere negativo relativo alla richiesta di liberazione dalla Casa Famiglia “Il Ciliegio”, di mia nipote Beatrice G., richiesta avanzata dagli avvocati di mia figlia Federica Puma.
A prescindere della mia opinione, il parere da Lei formulato è privo di motivazione, pertanto, con la presente sono a chiederLe spiegazioni. Da Seguire su Facebook


IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

giovedì 21 giugno 2012

Prof. Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini

RETTIFICA STAMPA !
Nel cercare notizie sul Prof. Salvemini, nipote dell’illustre storico e politico Gaetano Salvemini, ci si imbatte, oltre che nella giusta descrizione di chi ha dedicato tutta la sua vita al ricordo dello zio con una serie infinita di iniziative, conferenze, pubblicazioni ed altro, apprezzate sia in Italia che all'estero, anche in alcuni files che, ingiustamente, hanno causato e causano un gravissimo danno alla sua reputazione.
Si tratta di questo: la Procura di Palmi fece arrestare quattro persone, tra cui anche il Prof. Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini per una serie di reati al fine di incidere sulle elezioni del 1994 al Comune di Roma. Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini era capolista di una lista civica che avrebbe dovuto disturbare l’elezione di Rutelli a Sindaco di Roma; cosa oggettivamente falsa perché la lista di Salvemini era invece anche essa una lista di sinistra di supporto a Rutelli.
E’ bene chiarire fin da ora due circostanze di fatto: la prima è che Salvemini constatò immediatamente l'incompetenza della Procura di Palmi; la seconda è che una volta ristabilita la competenza di Roma, la Procura della capitale ha chiesto  l’archiviazione della vicenda e in data 3-7-2000 il G.I.P. di Roma dott.ssa Augusta Iannini ha emesso decreto di archiviazione dichiarando “non doversi promuovere l’azione penale”, così sconfessando clamorosamente l’operato dei giudici di Palmi.
Su ricorso del Salvemini la Corte d’Appello di Roma ha emesso ordinanza ex art. 314 c.p.p. riconoscendogli un risarcimento di euro 9000.
In tale situazione, nel rispetto della Deontologia Professionale, si invitano tutti i Motori di Ricerca ed i Giornalisti ad integrare la notizia con la pubblicazione del presente Comunicato, dando atto dei fatti successivi quali l’archiviazione e la riparazione. Ogni ulteriore incompletezza darà origine alla azione legale del Prof. Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini che, avendo già subito un danno palesemente ingiusto, si vedrà costretto ad adire il Giudice Penale per il reato di diffamazione.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

venerdì 15 giugno 2012

Equitalia invia intimazioni di pagamento

AGENPRESS -  Equitalia non solo non retrocede ma si avventura in situazioni estremamente compromettenti dal punto di vista giuridico e davanti alle tante sentenze che la vedono condannata muta usi e costumi ad aggirare la stessa Legge come un famelico camaleonte.
Un fenomeno che in questi giorni sta trovando il suo picco: migliaia i cittadini dopo aver vinto la causa contro Equitalia stanno ricevendo, anche a distanza di anni, intimazioni di pagamento su quegli stessi debiti che un giudice gli aveva annullato con sentenza. Non solo,Equitalia ha mutato anche il sistema di invio delle cartelle, una macchinazione per ingannare le stesse sentenze che annullano cartelle inviate senza la giusta notificazione.
Ora in uno stesso plico Equitalia invia più cartelle e questo potrebbe dar vita ad un pericoloso buco giuridico che rischia di pregiudicare diritti e giustizia degli stessi contribuenti. « Si tratta di abuso di potere, - spiega il presidente Finocchiaro -, dove si configura il reato penale in chi firma l'intimazione di pagamento per un credito vantato da Equitalia ma che un giudice tributarista o civile ha annullato con sentenza univoca.
Ancor più grave l'abuso se consideriamo che Equitalia si è costituita nei giudizi e che quindi non può dirsi all'oscuro. Dobbiamo avvisare questi cittadini che devono ricorrere con urgenza contro queste intimazioni di pagamento che sono in piena violazione.
Ecco lo scopo del nostro esposto alla procura penale di Roma, aprire un'accurata indagine sull'operato di Equitalia perchè è ovvia la violazione civile e penale dell'agenzia e se la classe politica non interviene e da ritenersi complice di questi abusi». 

Verso l'Abisso Democraticamente

di Gianni Pardo (da "Il Legno Storto")
Dire male della democrazia è un esercizio tanto facile da risultare ingeneroso. Come può non avere difetti un sistema in cui col suo voto l'ultimo dei cretini decide quanto il massimo politologo del Paese; in cui la massa dei cittadini non ha nozioni né di storia né di economia e giudica col livello mentale di un bambino; in cui la demagogia ha sempre tendenza a prevalere sulla ragionevolezza, proprio perché le persone cui si rivolge sono disinformate? 

sabato 9 giugno 2012

Le spese pazze della UE che impoveriscono gli Stati Membri, articolo sconsigliato alle persone sensibili.

da Imola Oggi 
A titolo informativo, ma anche in risposta alle inconsistenti accuse di Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo e alla guida dell’Assemblea dell’Unione per il Mediterraneo, Vi proponiamo un elenco, anche se incompleto, dei miliardi spesi dalla UE (e dall’Italia) negli ultimi mesi in aiuti ai paesi della sponda sud del Mediterraneo e non solo…

martedì 5 giugno 2012